Cerca

Language Selector

Categorie Feed

Crostata di Visciole prodotto tipico della cucina Romana

Uno dei dolci tipici noto anche fuori dal territorio laziale, la squisita crostata è sicuramente un piatto da provare.

Sembra di ripercorrere i passi della nostra storia, le nonne che tornavano dal “forno” con quelle lunghe teglie cariche di biscotti, filoni di pane (Genzano e Lariano tanto per citare i più noti) e l’immancabile crostata di visciole…… Vi suggerisco stavolta una variante gustosissima, che trae erigine dal Ghetto romano uno dei più vecchi d’europa!
Tra l’altro tutte le crostate comunque ricordano in parte l’Haroset il dolce di Pesaq……

 

Cominciamo con gli ingredienti:

 

farina bianca 00 400g

2 uova

burro  200g

zucchero  200g

scorza di 1/2 limone

Fate una pasta frolla che terrete per circa 30 min in frigo. Stendetela in una teglia da forno di circa 24cm imburrata e leggermente infarinata, avendo cura di fare anche un bordo che contenga il successivo impasto. Ovviamente conservate un poco di pasta per farne le tipiche ornamentazioni a graticcio.

 

300g di ricotta 

zucchero a piacere

1 rosso d’uovo

1 vasetto di confettura extra di visciole (oppure le nostre “visciole al sole” circa 200g)

 

Stendete la confettura per prima, ricopritela con ricotta zucchero e rosso d’uovo lavorato per bene, ed infine con la frolla lasciata da parte, formate delle striscioline che intreccerete a piacere sull’impasto per formare un graticciato (tipico delle crostate!).

Infornate a 180° per circa 40 min…

Una prelibatezza che più “romana” di così non si può!…Omaggio al passato, alle tradizioni, ai ricordi…e gustabile appieno qui ed ora!